modellazione t-splines fusion 360

Autodesk Fusion 360 | Guida alla modellazione T-Splines

Benvenuto/a in questo articolo guida sulla modellazione T-Splines in Fusion 360.

Per modellazione T-splines si intende quella modellazione Sculpt (chiamata anche Form) che permette di manipolare delle superfici traslando/roteando/scalando punti, linee, spline…vedremo meglio tutte queste cose nelle prossime righe 🙂

icona form
nell'ambiente solid troviamo l'icona per sbloccare l'ambiente Form

Si tratta di un ambiente di modellazione adatto alla produzione di modelli 3D complessi.
Per lo più vi capiterà di usarlo per la ricerca di design, forme organiche, prototipazione con scansioni 3D.

Per questo motivo è indicato per:

  • Forme innovative
  • Modellazione nel Medicale
  • Gioielleria
  • Reverse Engineering
  • Modellismo
  • Architettura
tazza con t splines fusion 360

Come funziona la modellazione Form?

A differenza delle altre tipologie di modellazione, la modellazione Form (quindi con T-splines) non deve necessariamente iniziare con uno sketch.

Questo perchè è possibile iniziare con geometrie base, che al loro interno includono già gli sketch per la creazione.

vediamo un esempio!

Elenco delle forme base T-splines
forme t-splines
tsplines box

Creare un Box

Vediamo il caso del Box: possiamo vederlo come la creazione automatica di uno sketch quadrato/rettangolo e subito dopo di un estrusione, il tutto in un solo comando.

 

creazione box tsplines
creazione sketch
creazione box tsplines 2
creazione della t-splines
quadball tsplines

Creare una Quadball

La Quadball è una tipologia di sfera creata con le T-splines, alla stessa maniera del Box, utilizzando il comando dedicato, possiamo identificare il punto di creazione dello Sketch (sempre automatico) per poi definire la nostra T-splines.

 

quadball sketch
creazione sketch (in questo caso è un punto)
quadball t splines
creazione della t-splines
torus

Creare un Torus

Il Torus è una t-splines a forma di “ciambella” viene sempre creata con il comando dedicato, vediamo come si presenta qui sotto.

 

creazione sketch torus t-splines
creazione sketch torus t-splines
creazione torus
creazione della t-splines

E poi come funziona?

Una volta create le nostre forme base, la bellezza delle t-splines è il fatto di poterle manipolare in maniera piuttosto libera.

Ad esempio prendendo come riferimento il nostro torus; una volta creata la forma questa si presenterà con un certo numero di facce e divisioni (possiamo scegliere quante in fase di creazione).

Queste facce e divisioni possono essere selezionate e utilizzate per apportare modifiche alla nostra forma iniziale.

t-splines selezione
t-splines selezione
t-splines selezione2
t-splines selezione2

Premendo poi il tasto destro del mouse possiamo utilizzare il comando modifica “Edit Form”.

Il comando aprirà un sistema di frecce e segmenti sull’entità selezionarla e ci permetterà di tirarla/spingerla, ingrandirla ecc.

Vediamo qui sotto un esempio di cosa si può fare a partire dalla selezione fatta qui sopra.

t-splines modifica 1
t-splines modifica 1
t-splines modifica 2
t-splines modifica 2

La modifica "segreta"

Molti si arenano sulle T-splines perchè non conoscono la tipologia di modifica con ALT.

Di cosa si tratta?

E’ la tipologia di modifica che parte da un “edit form” come abbiamo visto qui sopra, ma durante la manipolazione aggiunge il pulsante della tastiera ALT.

Il risultato di questa aggiunta è che il software non solo sposterà l’entità selezionata, come abbiamo visto nel caso del torus qui sopra;
Ma bensì creerà una nuova copia della faccia spostata, di fatto aggiungendo volume alla nostra geometria.

Sebbene la cosa ti possa non sembrare molto chiara, questo è il principio per utilizzare le T-splines per “Scolpire” in maniera digitale.

Vediamo qualche esempio.

t-splines modifica 1
modifica con edit form normale
modifica con ALT
modifica con ALT
modifica edit form normale
modifica con edit form normale
modifica edit form con ALT
modifica edit form con ALT

GUARDA QUESTO VIDEO IN CUI TI MOSTRO QUELLO VISTO FIN'ORA

QUALCHE ESEMPIO DI MODELLAZIONE CON T-SPLINES

GIOIELLERIA

Partendo da un Torus e con le opportune modifiche in Edit Form e ALT, è possibile creare modelli per gioielleria in maniera semplice.

DESIGN

Spremiagrumi Alessi, un icona del design italiano, può essere producibile con T-splines in maniera semplice.
In questo caso ho creato il nucleo centrale con un cilindro (con proprietà simmetriche) per poi aggiungere una gamba e dublicarla 3 volte.

REVERSE ENGINEERING
design del prodotto

Partendo da una scansione 3D del piede in questo caso ho modellato la scarpa utilizzando le T-splines, il vantaggio è stato quello di poter seguire facilmente la forma del piede utilizzando delle manipolazioni in “edit form” ed in “edit form ALT”.

COMINCIA SUBITO CON LA MODELLAZIONE T-SPLINES

Ottimo!
Per il momento abbiamo finito, l’ambiente Form ci permette di creare cose stupefacenti con un approccio del tutto diverso dalla modellazione Parametrica.

Su Fusion 360 però tutto si collega, quindi le nostre t-splines possono essere facilmente convertite in altre entità come Solidi o Superfici per poi sfruttare gli altri potenti strumenti che fusion ci mette a disposizione negli altri ambienti di modellazione!

Ti consiglio di applicare gli insegnamenti di questo articolo al più presto per sedimentare le nozioni acquisite 🙂

Vuoi dare un occhiata generale su come funziona Fusion 360? Dai un occhiata alla mia guida definitiva 🙂

 

ENTRA NELLA COMMUNITY

Se vuoi approfondire e poter discutere di Fusion 360 ti invito nella community che gestisco 🙂

Si tratta del gruppo più grande di Italia su Fusion 360, al momento siamo oltre 5000, nel gruppo troverai tutorial, consigli e supporto online costante. Gratis 😉

 

Alla prossima!

Alessio Iannone

Alessio Iannone

Founder Binarioprint

Lascia un commento

SCARICA IL MANUALE IN ITALIANO

AUTODESK FUSION 360