Come scegliere una
stampante 3D

Benvenuto, sono Alessio di binarioprint e in questo articolo andiamo a vedere quali sono gli aspetti irrinunciabili da considerare nell’acquisto di una stampante 3D Economica.

Probabilmente stiamo parlando della tua prima stampante vero? 🙂

Ci sono passato anche io, ci sono decine di modelli e non si sa mai bene cosa è meglio, spesso ci si affida un pò alla folla e si acquista la stampante economica “del momento”.

Le cose da considerare prima di premere il tasto Compra!

  • Budget

Può sembrare ovvio visto che si parla di una stampante 3d economica,
 ma avere un’idea su quanto vuoi spendere è uno dei fattori che può facilitarti di più la vita, in quanto molti modelli saranno scartati automaticamente.

Le fasce di prezzo possibili sono:

  • MENO DI 200 EURO
  • TRA 200-400 EURO
  • TRA 400-1000 EURO
  • SUPERIORE AI 1000 EURO
La maggior parte delle stampanti sono comprese nella fascia 200-400 e 400-1000, preferibilmente ti consiglio di mettere a disposizione un budget di almeno 400 euro per avere più scelta sulle caratteristiche di cui parliamo tra poco.
ANYCUBIC CHIRON 2
  • Dimensioni di Stampa

Quanto saranno grandi le tue stampe?  Hai intenzione di stampare oggetti giganteschi o piccoli modelli?

I volumi di stampa più comuni  sono i seguenti:

  • 300 x 300 x 300 mm
  • 400 x 400 x 400 mm
  • 500 x 500 x 500 mm
Parti da questo presupposto, più le stampe sono grandi più sarà complesso avere un risultato corretto e ripetibile.
Infatti grandi dimensioni di stampa significano anche un aumento dei problemi di calibrazione e precisione negli spostamenti.

Acquista una stampante grande solamente se hai davvero necessità di stampare oggetti di quelle dimensioni 🙂

D’altra parte se hai necessità di stampare in grande, il piatto voluminoso è davvero una goduria 🙂
materiale per stampare in 3D
  • Materiali stampabili

Quali materiali hai necessità di stampare? Semplice PLA? Oppure hai in progetto di stampare materiali tecnici o filamento flessibili come il TPU?

I materiali Tecnici hanno necessità di accorgimenti particolari:

  • Piatto riscaldato con copertura per aumentare l’adesione (Materiali a base di ABS soffrono di deformazioni e si staccano dal piatto più facilmente)
  • Ugello in acciaio per materiali caricati con polveri (L’ugello in ottone si consuma)
  • Caricamento Direct per stampare filamento flessibile (Il caricamento Bowden non è adatto al Flexi)

IL MIO CONSIGLIO:

  • Se non hai necessità di stampe grandi parti con una stampante piccola, da meno problemi ed in generale è più precisa.
  • Se hai necessità di stampare materiali flessibile opta per una stampante con caricamento direct, cioè con motore spingi-filo sull’estrusore e non sul telaio
  • Se hai necessità di stampare materiali come l’ABS prendi una stampante piccola avente piatto con una copertura per stampa 3D (esempio PEI), oppure aggiungilo successivamente.

Puoi trovare molte informazioni sui miei articoli o sul mio gruppo facebook binarioprint | impara la stampa 3D, oltre 1400 persone stanno guardando i miei tutorial gratuiti 🙂

Se vuoi un aiuto più concreto puoi utilizzare gli strumenti digitali che ho messo a disposizione per tutti sul mio sito.

Ti permettono di capire quale stampante 3d economica e non e quale materiale utilizzare con delle semplici domande…ed è gratis!

 

Alla prossima 🙂

 

 

Alessio Iannone

Alessio Iannone

Founder Binarioprint